Olanda
Guida alle vacanze e ai viaggi nel Paese dei Mulini a vento

In auto in Olanda



L’automobile è una buona alternativa per esplorare la campagna, soprattutto posti non collegati dalla ferrovia, come Veluwe, Zeeland e le isole del mare del Nord. La guida in Olanda è abbastanza piacevole: la rete autostradale è intensa, le strade sono ben segnalate, gli automobilisti sono i meno aggressivi d’Europa. Comunque, nonostante l’Olanda sia uno dei Paesi maggiormente popolosi al mondo, si reagisce benissimo al fenomeno del traffico soprattutto nella parte settentrionale del Paese. Guidando in città, si dà la precedenza ai ciclisti quando svoltano sulla destra da una pista ciclabile. Se sei coinvolto in una collisione con un ciclista, automaticamente sei reputato colpevole (senza richiesta di prove di incolpevolezza). Se desideri solo visitare le città, la macchina non è la scelta migliore. L’ingresso delle auto nelle grandi città è volutamente scoraggiato dall’oggettiva capacità limitata delle strade e dei parcheggi.

Le linee ferroviarie hanno la precedenza dopo uno fermata, perciò stai attento perché ti potrebbero comparire di fronte all’improvviso pretendendo la precedenza.

Guida a destra. Il limite nei centri abitati è 50Km/h con alcune zone con limite a 30 Km/h.
Fuori dalle città il limite è di 80 Km/h. Su alcune strade locali è 60 Km/h. Sulle autostrade è 120 Km/h fatta eccezione per alcune dove è fissato a 100 Km/h. Su alcuni tratti autostradali ad Ovest è stato ridotto nel 2005 a 80 Km/h. Durante le ore di maggiore traffico, i segnali indicano in alto il limite corrente. Sulle superstrade è stato fissato a 100 Km/h.

La tua velocità può essere controllata dalla Polizia di Stato. Presta particolare attenzione ai segnali Trajectcontrole: vuol dire che sulla strada che stai percorrendo è stato impiantato un sistema automatico che rileva la tua velocità media tenuta per un certo tratto. Gli intercettatori dei radar detective tenuti in macchina sono illegali. Sono perseguibili e chi ne fa uso viene multato di 250 euro. Ricordati che la polizia è dotata di dei radar detector capaci di intercettarli, dunque è meglio non usarli in Olanda.
Guidare dopo aver bevuto non è permesso, è un reato duramente punito. Sono frequenti i test etilometrici, doppie o singole pattuglie su più vasta scala. La linea continua gialla indica il divieto di sosta, la linea gialla tratteggiata indica il divieto di parcheggio. Alcuni attraversamenti presentano dei “paletti” sulla strada, che delimitano la zona percorribile in auto.
Bada bene che la polizia utilizza le auto-civetta, soprattutto in autostrada. Praticano una video-sorveglianza: spesso non ti fermano subito dopo una violazione, ma tendono a non fermarti. Ciò vuol dire che se commetti più infrazioni, sarai sanzionato per il loro totale, alla fine.
Ricorda che i poliziotti in auto-civetta sono tenuti a identificarsi dopo averti fatto scendere dall’auto, senza che tu glielo chieda. Sono obbligati a mostrare il tesserino se glielo chiedi, ma devono farlo automaticamente mentre ne fanno richiesta a te.

Se ti dovesse capitare che l’auto vada in panne in autostrada dovresti recarti al più vicino telefono di emergenza; è facilmente riconoscibile in quanto è alto circa 1.5 m, è giallo e ha delle orecchie di coniglio bombate sull’estremità. Questa è la connessione diretta ai servizi di assistenza e di emergenza. In alternativa con un cellulare puoi contattare l’autoclub ANWB attraverso il numero verde 0800-0888; se invece sei iscritto a un autoclub straniero, la tessera potrebbe darti diritto a una riduzione sulle tariffe dei loro servizi. Il servizio offerto dall’ANWB dovrebbe includere anche il noleggio, comunque è meglio consultare la brochure data in dotazione.

Se sei coinvolto in un incidente, entrambi i conducenti devono compilare e sottoscrivere un documento per le loro rispettive compagnie assicurative (il formulario di responsabilità danni). E’ necessario possederlo, perciò in caso di incidente bisogna pretenderlo. La polizia deve notificare se hai arrecato dei danni al demanio pubblico (specialmente in autostrada), se hai provocato degli infortuni o ferite, se gli altri conducenti non sono consenzienti alla sottoscrizione della dichiarazione. Naturalmente è illegale fuggire. Se dovessero farlo gli altri resta sul posto e chiama subito la polizia. Il numero per le emergenze è il 112 (gratuito, è sempre possibile anche quando non c’è campo); il numero per la chiamata alla polizia ma non per un’emergenza è il 8844.

Gli indicatori di direzione sono numerosi, ma è utile portare una cartina soprattutto sulle strade a più corsie dove andare da un capo all’altro di una città non è così facile. Stai attento a non occupare i percorsi riservati agli autobus, spesso segnalati da scritte come Lijnbus o Bus, né le piste ciclabili, segnalate dall’immagine di una bicicletta, oppure dalla pavimentazione di colore rosso. Inoltre non percorrere una determinata corsia (Spitsstrook ) quando il display ad essa relativo indica una X rossa.

Carburare è semplice. Lungo le autostrade le stazioni di servizio sono attive 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ci sono moltissimi self-services, anche in autostrada, dove è possibile acquistare il carburante a un prezzo più basso. Si tratta di stazioni non sorvegliate dove è possibile pagare anche con carta di credito. Tutte le stazioni di servizio dispongono sia di benzina sia di gasolio; i marchi migliori offrono anche i carburanti all’ottanio (che presumibilmente ne migliorano l’efficienza). Il gas invece viene erogato presso quasi tutte le stazioni di servizio lungo le autostrade, ma non è mai reperibile nei centri abitati. Il simbolo del gas GPL è l’icona di una pompa di benzina di colore verde. Le auto a GPL possono essere alimentate anche da benzina, ma è più oneroso.

Se ti rechi in Olanda con la tua auto a GPL, probabilmente avrai bisogno di un adattatore. Se lo acquisti nel tuo Paese, chiedi specificatamente di un adattatore per i Paesi Bassi. Il più venduto è quello “europeo” (modello a vite), usato in Belgio, Lussemburgo e Germania, ma non è compatibile con le pompe olandesi.

Non usare le pompe diesel riservate ai camion per carburare la macchina: il carburante è lo stesso, ma la pressione è molto più intensa.

I parcheggi nelle città sono molto cari. Se vuoi recarti nelle più grandi città, soprattutto Amsterdam, ma anche Utrecht, Totterdam, o Groningen, opta per il trasporto pubblico così eviti gli ingorghi e le difficoltà a cercare un’area riservata ai parcheggi. E’ facile che la tua auto venga prelevata dal carro-attrezzi se parcheggiata male o su parcheggi riservati ai disabili. Una buona alternativa è parcheggiare (in periferia) per poi usare i mezzi pubblici; a tal proposito ci sono aree parcheggio specifiche molto economiche. Ricorda che Amsterdam e l’Aia (solo durante i weekend) sono le uniche città che dispongono del trasporto pubblico notturno, oltre ai treni.

Indietro: Autobus notturni

Avanti: Taxi


In evidenza
Olanda
Girare in bicicletta
Furto di biciclette
In auto
Mappa
Fumo e Coffee Shop

Guida
Divisione amministrativa
Città
Lingua
Storia
Cultura
Geografia
Arrivare in nave
Arrivare in autobus
Arrivare in aereo
Arrivare in treno
Arrivare in auto
Girare in autobus
Olanda in treno
Tram, bus, metro
Trasporti Strippenkart
Trasporti parcheggia e pedala
Trasporti OV Card
Autobus notturni
Taxi
Autostop Olanda
Acquisti
La Cucina
Bere
La Birra
Il Tè
il Caffè
Cioccolato Caldo
Dormire
Eventi e appuntamenti
Lavorare
Sicurezza
Salute
Rispetto
Contatti



Immagini
Il Keizersgracht in Amsterdam

Galleria fotografica

Giudizi e opinioni
Tutti i giudizi

Storie e racconti
I racconti degli utenti

I Sondaggi
Le bellezze dell'Olanda
Il giudizio dei viaggiatori sull'Olanda
Elenco sondaggi

Forum di discussione
Coffee Shop in Olanda
Le città da visitare
Elenco forum

Link

vacanze nel mondo
olanda.eu è una guida del circuito InfoVacanze.net